Guida al Canone RAI Informazioni ai Clienti sul Canone RAI e l’utilizzo dei dati personali ai fini dell’addebito in bolletta Se sei titolare di un’utenza per la fornitura di energia elettrica ad uso residenziale, a partire da quest’anno, l’importo del Canone RAI verrà addebitato, a rate, direttamente nella bolletta dell’energia elettrica. Questa novità è stata introdotta dalla Legge di Stabilità 2016 con cui sono state dettagliate modalità e tempistiche di addebito. L’importo annuo del Canone RAI è stato ridotto a 100 euro che vengono suddivisi in 10 rate mensili (da gennaio ad ottobre). Limitatamente all’anno in corso, in sede di prima applicazione, il primo addebito del Canone verrà effettuato nella prima bolletta utile emessa successivamente al 1° luglio 2016 e comprenderà anche le rate già scadute.  Le rimanenti rate verranno addebitate nelle bollette successive. L’importo del Canone RAI verrà inserito in bolletta con una voce specifica nella quale troverai anche il dettaglio dei mesi cui si riferiscono le rate. La Società di Vendita sono tenute ad addebitare il Canone RAI sulla base delle informazioni trasmesse mensilmente dall’Agenzia delle Entrate per il tramite di Acquirente Unico. Per questo motivo, se non possiedi un apparecchio televisivo oppure in presenza di altre motivazioni di esenzione previste dalla Legge, dovrai inoltrare una dichiarazione direttamente all’Agenzia delle Entrate utilizzando gli appositi modelli, corredati di istruzioni, disponibili sul sito agenziaentrate.gov.it. Ricorda che la dichiarazione di esenzione sarà valida solo per l’anno in cui viene presentata. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare il sito www.canone.rai.it oppure a chiamare il numero verde gratuito 800.93.83.62 messo a disposizione dalla RAI. Richiesta di rimborso del Canone di abbonamento alla televisione per uso privato pagato mediante addebito nelle fatture per energia elettrica     È stato approvato il modello di istanza di rimborso del canone di abbonamento alla televisione per uso privato, con le relative istruzioni. Il modello è utilizzabile per la richiesta di rimborso del canone di abbonamento alla televisione per uso privato pagato mediante addebito sulle fatture per la fornitura di energia elettrica ma non dovuto, da parte del titolare del contratto o degli eredi. L’istanza di rimborso è presentabile:  - telematicamente, a partire dal 15 settembre 2016, tramite la specifica applicazione web disponibile sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate;  - a mezzo del servizio postale (unitamente a copia di un valido documento di riconoscimento) con raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale 1 di Torino, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello Abbonamenti Tv – Casella Postale 22 – 10121 – Torino (To).  Il modello (sotto riportato) è inoltre disponibile sui siti www.agenziaentrate.gov.it e www.canone.rai.it. Nell’istanza di rimborso è prevista l’indicazione del motivo della richiesta riportando una delle causali indicate nelle istruzioni. La verifica dei presupposti della richiesta di rimborso sarà effettuata dall’Agenzia delle Entrate.

 

 

download iconScarica pdf: ISTRUZIONI RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CANONE DI ABBONAMENTO ALLA TELEVISIONE

download iconScarica pdf: MODELLO RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CANONE DI ABBONAMENTO ALLA TELEVISIONE

Con la nuova bolletta via e-mail, elimini i tempi di spedizione senza sostenere alcun costo, e rispetti l'ambiente, riducendo il consumo di carta e l'emissioni di CO2 consultando la bolletta dal tuo pc.

Da oggi potrai entrare nel nostro nuovo portale web (completamente rinnovato con tutte le informazioni su offerte, modulistica e normativa) dove interagire con il nostro staff, tenere d’occhio le Tue utenze e usufruire di numerosi e utili servizi tra cui:

modulistica